IL MIELE DI MANUKA DELLA NUOVA ZELANDA.

 

Il termine Manuka, in lingua tradizionale maori, rappresenta la pianta Leptospermum scoparium, un fitto arbusto sempreverde ricoperto per molti mesi da numerosi fiori rosa, bianchi e rosso scuro, che risultano estremamente attraenti per le api ed il cui colore dipende dalla quantità di cromo presente nel terreno.

 

I fiori impollinati producono semi leggeri come piume che vengono dispersi dal vento. Le piccole foglie lanceolate, se strofinate tra le dita, emettono una fragranza aromatica ed al gusto hanno un sapore amarognolo. Gli indigeni della Nuova Zelanda, i Maori, per molto tempo si sono tramandati le proprie conoscenze riguardo le proprietà curative dell’arbusto della Manuka. E solo recentemente il governo della Nuova Zelanda è venuto a conoscenza di questo tesoro di sapere e ha iniziato a sovvenzionare il commercio dell’olio della Manuka. 

Il Miele di Manuka è prodotto dalle api che raccolgono il nettare dai fiori di Manuka, piante che crescono spontaneamente da migliaia di anni nelle distese incontaminate della Nuova Zelanda.

 

Questo delizioso e corposo miele è apprezzato per l'elevato contenuto in fenoli.

La potenza del miele di manuka Comvita è espresso in UMF ovvero Unique Manuka Factor, l'unico marchio internazionalmente riconosciuto perchè indipendente dalle aziende produttrici di miele.

Il cliente che acquista un miele di manuka UMF può essere certo di acquistare un miele puro, certificato e dalle qualità eccellenti.

 

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale della Nuova Zelanda:

www.umf.org.nz/grading-system

 

UMF e MGO

 

Il miele di Manuka della Nuova Zelanda contiene una specifica attività antibatterica, i cui livelli sono misurati da due diversi indicatori.

 

Una breve spiegazione sulla differenza tra la valutazioni UMF e MGO del Miele di Manuka.

 

L'efficacia, la rarità e la grande domanda di Miele di Manuka rendono indispensabile un chiarimento circa l'efficacia del Miele stesso e i criteri di valutazione della stessa.

 

UMF è un Marchio Internazionale registrato che può essere usato unicamente da licenziatari autorizzati che rispondono ad una serie di criteri ben definiti, tra cui la revisione ed il monitoraggio continuo per assicurare che il prodotto sia naturale e non adulterato. 

 

Soltanto il Miele di Manuka che presenta attività antibatterica non-perossido può vantare in etichetta il marchio UMF, che, va sottolineato, è un marchio internazionale esterno a tutte le aziende produttrici di Miele di Manuka.

 

MGO è invece un indice che si riferisce alla presenza nel Miele di Manuka di livelli di Methyglyoxal, un marcatore presente nel miele, ma non considera l’attività antibatterica non-perossido.

 

MGO è un Marchio Internazionale registrato dall’azienda Manuka Health.

 

UMF

UMF è il marchio maggiormente utilizzato dai produttori di Miele di Manuka e significa Unique Manuka Factor.

Dopo che il Dr. Peter Molan, un docente dell’Università Waikato in Nuova Zelanda, scoprì questa addizionale proprietà antibatterica nel Miele di Manuka, l’indice UMF fu concepito e sviluppato per misurare l’attività dei Mieli di Manuka.

 

La metodologia UMF valuta l’attività antibatterica di un miele comparandola con un disinfettante, il fenolo.

 

Il Miele di Manuka viene testato da laboratori altamente specializzati e indipendenti che valutano i livelli antibatterici secondo la metodologia UMF: tutti i mieli di Manuka in cui viene rilevato un indice UMF maggiore di 10 sono considerati attivi, ma studi di laboratorio hanno dimostrato che i Mieli di Manuka aventi livelli di attività non-perossido di UMF 12, UMF 15 o superiori sono effettivamente efficaci su di un’ampia gamma di batteri molto resistenti.

 

MGO

La scoperta dell’ingrediente Methylglyoxal nel Miele di Manuka è stata fatta dal Prof. Thomas Henle, dell’Istituto di Chimica Alimentare presso l’Università Tecnica di Dresda, in Germania.

 

Maggiore è il contenuto di Methylglyoxal e maggiore sarà l’attività antibatterica del miele

Il Methylglyoxale è un componente trovato nel polline dei fiori dell’albero del Manuka ed è considerato uno degli elementi distintivi dell'attività antibatterica del miele.

 

 

Per concludere

I livelli di UMf e MGO sono entrambi usati per indicare la potenza antibatterica del Miele di Manuka.

 

UMF è uno standard stabilito da enti esterni e indipendenti, per questo motivo viene considerato uno standard sicuro e affidabile.

 

UMF e MGO misurano la potenza e l’efficacia del Miele di Manuka in due modi differenti.

 

Per maggiori approfondimenti si può visitare il sito dell’Associazione Ufficiale Apicoltori della Nuova Zelanda (AMHA):

 

http://www.umf.org.nz/